DESCRIZIONE

Origine e diffusione

Popolazione appartenente al ceppo alpino, da cui tuttavia si differenzia nettamente, per la taglia medio-grande e per la presenza di corna ben sviluppate anche nelle femmine.
Diffusa nella zona delle Alpi Graie e Pennine, viene oggi particolarmente apprezzata in Valle d’Aosta e nell’Alto Canavese (Valli di Susa, Locana e Chiusella). La sua consistenza in questa regione è di circa 4300 capi.

 

Caratteri tipici

- Taglia: medio-grande.
- Testa: relativamente piccola; profilo tipicamente camuso; corna: grandi e ampie a sciabola, rivolte all'indietro; tettole generalmente presenti; orecchie corte, mai pendenti.
- Collo: piuttosto corto e spesso.
- Tronco: torace e addome ampi; regione dorso-lombare larga e rettilinea.
- Apparato mammario: sviluppato, mai troppo pendente con capezzoli pecorini, quasi mai piriformi.
- Arti: medio-lunghi, solidi con unghielli neri.
- Mantello: di diverso tipo; i principali modelli di pigmentazione sono:

  • Castana: eumelanico più o meno scuro, tendente al grigio o al nero; in alcuni casi presenta la riga mulina.
  • Serenata: mantello scuro tinteggiato di biondo e con le estremità delle zampe bionde.
  • Faletta: mantello colore cenere uniforme tendente al biondo.

Possono essere presenti anche mantelli pezzati.
Il pelo è sempre corto su tutto il corpo, più lungo e più ruvido nei maschi.
Difetti tollerabili: assenza di corna in entrambi i sessi, mantello completamente bianco e presenza di pezzatura nel maschio, pelo lungo.

 


foto Marco Mettifogo

 

 

Caratteri biometrici

 

Maschi

Femmine

 

adulti

adulte

Altezza al garrese (cm)

80

75

Circonferenza toracica (cm) 95 87

Peso (kg)

85

65

 

Tipo di allevamento

Allevata in zone di collina o montagna, in modo semiestensivo.

 

  
foto di Fulvio Corna


CARATTERI PRODUTTIVI

Produzione di latte: principalmente destinato alla trasformazione casearia; in 125 giorni di lattazione, produzione media di 249 Kg.
Produzione carne: capretto leggero, utilizzo di animali a fine carriera per la produzione della tradizionale Mocetta (coscia o spalla essiccata dopo essere stata tenuta in salamoia con spezie), insaccati di capra.


OBIETTIVI DELLA SELEZIONE

Salvaguardia del patrimonio genetico e della variabilità genetica della popolazione, mantenimento delle caratteristiche di rusticità e prolificità, valorizzazione dei sistemi agro-zootecnici delle aree marginali.

 


         
foto di Marta Marilli

 

Hai fotografie della razza caprina VALDOSTANA? Inviale a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Go to top