DESCRIZIONE

Origine e diffusione

Presente nell’areale del Vesuvio (NA) e sul versante napoletano dei Monti Lattari. La sua consistenza si è molto ridotta negli ultimi anni.
Il Registro Anagrafico di razza è stato attivato nel 2002.

Caratteri tipici

- Taglia: media.
- Testa: relativamente piccola, provvista di corna (tipo alpino) e di tettole, con orecchie normali e pendenti ed assenza di barbetta.
- Tronco: torace e addome ben sviluppati.
- Mantello: può essere nero con aree non troppo estese di colore rosso nelle tonalità chiare, oppure rosso piuttosto carico con aree dello stesso colore più chiare. Il pelo è raso.

 

 

Caratteri biometrici

 

Maschi

Femmine

  adulti adulte

Altezza al garrese (cm)

80 72

Peso (kg)

60-65 50-55

 

Caratteri riproduttivi

- fertilità: 90%
- prolificità: 130%.

Tipo di allevamento

Popolazione molto rustica, allevata al pascolo in aree boschive o cespugliose; durante la notte e nelle giornate piovose vengono utilizzati ricoveri di fortuna.

 


foto Angelo Terracciano

 


CARATTERI PRODUTTIVI

Produzione principale: capretto.

Discreta attitudine alla produzione di latte, prevalentemente utilizzato per l’allevamento del capretto. Primipare: 350 kg in 165 gg, pluripare: 450 kg in 165 gg, con grasso 4,7%, proteine 3,4%, lattosio 5%.


Hai fotografie della razza caprina NAPOLETANA? Inviale a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOS PER TRENTA CAPRE NAPOLETANE CHE RISCHIANO LA VITA

 

Go to top